4453 visitatori in 24 ore
 182 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Sono nato il 15 giugno 1971 a Saronno in provincia di Varese e dall’età di 13 anni vivo a Caltagirone in provincia di Catania. Sono educatore presso una comunità di minori da più di vent’anni e amo il mio lavoro. Ho due figli che adoro.
Scrivere mi aiuta a sentirmi meglio quando la tristezza mi ... (continua)


La sua poesia preferita:
Pinseri supra pinseri
’U munnu è surdu
e li me’ peni sunu assai

pinseri supra pinseri...
làcrimi amari
ca nun si ponu cuntari.

Magari putissi parrari!
ma nun ci nesci nenti.

Unni sunu li cristiani
ca sannu ascutari

n’ capu ‘sta terra
cu mi po’...  leggi...

Nell'albo d'oro:
L’ Intruso
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli...  leggi...

Lingue a sonagli
Lingue velenose
Immergendosi
Negli abissi
Glaciali dell’anima
Urtano l’altrui sentire
Eccedendo nel lessico

Variopinte offese
Elegantemente mascherate
Lusingano con celata falsità
Estendendosi
Nei meandri malefici della mente
Ostruendo il...  leggi...

Il mio dolore
Lacrime insistenti mi schiaffeggiano
incolpevoli e silenti chiedon spazio
non indietreggiano
non possono
son figlie del mio sentire
del mio perenne disagio

emozioni e sofferenze
che mai nessuno potrà capire
le mie debolezze
il dolore che ha...  leggi...

Inciampa il verso
Inciampa il verso
libero e vellutato

senza compromessi
vibra e volteggia

senza sospirar
il destino accetta
lo colora ed inventa

involucro chiuso
non rispetta la regola

arieggia lacrimando
solfeggia traballando
nella strofa si...  leggi...

Rido, piango e vivo
Rido
piango e vivo
senza ragione
senza apparente motivo...

sospiri innati
ricamano tormenti

incanti improvvisi
solfeggiano gli istanti

lacrime non volute
sorrisi accennati
scorrono inesorabili

inondano il giorno che nasce
si confondono...  leggi...

Il mio canto stonato
Silenzio intorno

tutto tace

nessun clamore
nessun conforto

incido pianti
verseggio il dolore
versi semplici
figli del mio cuore...

rima baciata
nell'assonanza trova ristoro

plumbeo sospiro ricamato
cerca...  leggi...

Ho fallito
Testa china
ennesimo risalire lungo la via...

strada soffocante e stretta
tra deviazioni improvvise
che non lasciano scelta

bocca asciutta e lacrime in tasca
pianti da nascondere
sorrisi pronti all’uso

maschere usa e getta
sentenze...  leggi...

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Pinseri supra pinseri (06/02/2018)

La prima poesia pubblicata:
 
Anima sola (19/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Lacrima (25/05/2018)

Giacomo Scimonelli vi consiglia:
 Indossa le mie mani (02/02/2018)
 Dimmi che voglia hai (18/02/2018)
 È lu destinu ca cumanna (20/04/2018)
 Cercherò il mio posto (11/04/2018)
 Il mio dolore (04/01/2013)

La poesia più letta:
 
Piacere reciproco (27/04/2012, 8882 letture)

Giacomo Scimonelli ha 7 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giacomo Scimonelli!

Leggi i 10826 commenti di Giacomo Scimonelli

Le raccolte di poesie di Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 26/08/2016
 il giorno 13/07/2016
 il giorno 08/09/2014
 il giorno 25/07/2013
 il giorno 17/07/2012

Autore della settimana
 settimana dal 12/03/2018 al 18/03/2018.
 settimana dal 20/03/2017 al 26/03/2017.
 settimana dal 16/05/2016 al 22/05/2016.
 settimana dal 08/06/2015 al 14/06/2015.
 settimana dal 26/11/2012 al 02/12/2012.
 settimana dal 18/06/2012 al 24/06/2012.
 settimana dal 23/01/2012 al 29/01/2012.

Autore del mese
 il mese 01/09/2016

Giacomo Scimonelli
ti consiglia questi autori:
 Anna Rossi
 Anna Di Principe
 Sara Acireale
 Antonio Biancolillo
Ela Gentile

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giacomo Scimonelli? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giacomo Scimonelli in rete:
Invia un messaggio privato a Giacomo Scimonelli.


Giacomo Scimonelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Un passo nella fossa

Uno spaccato della vita nella Sicilia contadina del novecento, una storia lunga quasi un secolo nella quale si muove e (leggi...)
€ 2,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Considerazione dell'autore
«Capita di non sentirsi accettati dalla vita. Sentirsi ospiti sarebbe un successo... ma sentirsi come degli intrusi è una sensazione terribile... Un semplice sfogo ogni tanto serve... La speranza può servire... ma prima o poi ci si stanca...»
Inserita il 22/10/2016  

Giacomo Scimonelli

L’ Intruso Introspezione
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli d’anima
prendono il volo
l’Io confuso ascolta
silenzio intorno non consola...

Un gabbiano si tuffa
la speranza l’accoglie
intenso amor senza misura
dove l’onda risuona
e mio cuor stona...
- lacrima rassegnata ritorna -

piccolo e invisibile
cerco riparo
troppa luce mi confonde
temo l’emozione...
- soave pace non m’appartiene -

Stride l’ennesimo canto
senza vergogna m’abbandono
abbasso la testa
e piango...



Giacomo Scimonelli 28/06/2016 00:01| 20| 2724 2056


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Anna Rossi - Maria Luisa Bandiera - Sara Acireale - carla composto - Pagu - Anna Di Principe - Melina Licata - Giovanni Ghione - Alberto De Matteis - Paola Galli - Francesco Rossi
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«Capita di non sentirsi accettati dalla vita. Sentirsi ospiti sarebbe un successo, ma sentirsi come degli Intrusi è una sensazione terribile...
un semplice sfogo ogni tanto serve...
»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Intenso momento introspettivo in cui il poeta confessa di sentirsi come intruso nella sua stessa vita. Comprensibile quando il morale è a terra e le delusioni son tante, quando l’amore ti disillude e, nonostante tu non voglia, ricompaiono le lacrime come segno del tuo star male. Versi che coinvolgono il lettore perché credo che molti, compresa me stessa, attraversano momenti "no", momenti di scoramento e di rassegnazione. E’ la sensibilità personale che, alla fine, porta l’animo a soffrire ed a raccontarsi con sincerità e abbandono. Apprezzo molto quanto scrive il poeta e condivido.»
Ela Gentile (25/04/2018) Modifica questo commento

«Non penso che il rifugiarsi in un angolo e sfogarsi anche perché no, con il pianto, sia un sentirsi "intrusi" in questo mondo, ma semplicemente è un prendere confidenza con il lato più sensibile e umano del proprio essere, far emergere quel lato fragile che ognuno ha ma che pochi hanno il coraggio di far vedere. Poi sicuramente c'è chi riuscirà a cogliere quello che l'autore ha dentro e a non farlo più sentire escluso ma parte della propria vita. Versi sensibili e sinceri»
Club ScrivereRosanna Peruzzi (26/10/2016) Modifica questo commento

«Spesso, non prestiamo orecchi alla natura, ma questa lirica, descritta con sentimento, non solo è recepita dall'autore, ma anche dal lettore... miscuglio di emozioni coinvolgono! Grazie.»
Club ScrivereMarinella Fois (25/10/2016) Modifica questo commento

«Piu'che un intruso, l'uomo di questa poesia è qualcuno che prende contatto con l'autenticità del sé: la bellezza è esperienza per l'umano cuore!
Complimenti!»
Maria Valentina Mancosu (23/10/2016) Modifica questo commento

«Eccome vola via la sofferenza quando ci fanno sentire degli estranei – quando l’essere presenti in certi contesti rende la nostra presenza non accettata - un sentire che corrode, dove non riusciamo a trovare via d’uscita se non quella di mangiarsi le unghie anche solo con il pensiero – purtroppo uno sfogo inutile che niente cambia – tanta la forza onde non impazzire e commettere l’irrimediabile.»
Club ScrivereBerta Biagini (22/10/2016) Modifica questo commento

«quanta malinconia e tristezza in questi versi, ispirati da un mare che infonde nostalgia! a volte la vita si manifesta in tutta la sua durezza e nelle nostre mille solitudini ci sentiamo persi ed intrusi in questo pianeta! ma in fondo al cuore resta sempre un filo di speranza!»
Paola Galli (12/08/2016) Modifica questo commento

«Questa profonda e reale introspezione che qui il bravo Poeta cita come uno sfogo, è motivo (a mio parere) di riflessione sociale. Quanti intrusi tra gli emarginati, i disadattati, coloro a cui una fragile psiche non ha retto ai marosi della vita. Svariati motivi hanno escluso persone valide dall'attività, per incomprensione, per egoismo, per indifferenza e altro. Un sincero Plauso per il tema sollevato e validamente affrontato. Fiocco!»
Club ScrivereGiovanni Ghione (29/06/2016) Modifica questo commento

«Il pianto non è segno di debolezza ma di profonda sensibilità...
Cerca pace l'anima, dentro la quiete di un paesaggio quasi surreale, ma il silenzio che lo circonda è fuori dal suo mondo, che invece è rassegnato a seguire la tristezza ed i moti del cuore...»
Melina Licata (28/06/2016) Modifica questo commento

«Già dai versi incipitari si avverte una profonda sensibilità a cui sussegue una lacerazione dell'anima che trova la sua esternazione di fronte al mare. Il nostro Giacomo è tra i pochissimi Poeti che crea Poesia catartica, perché esprime il suo intimo dolore ed è sempre se stesso.
Il suo è uno stato d'animo che coinvolge così come le stupende immagini che versifica ...il mio apprezzamento per un lessico vivido e chiaro che prende per mano il lettore. Chapeau!»
Club ScrivereAnna Di Principe (28/06/2016) Modifica questo commento

«Stranieri alla vita, a noi stessi, agli altri che non donano un sorriso o un rapido sguardo. Il poeta sembra scrivere con l'anima, o, forse, con un cuore spesso malato di sofferenza. Però tutto passa e la poesia può regalare un raggio di sole. Ottimo testo.»
Club ScriverePagu (28/06/2016) Modifica questo commento

«incantevole fuga verso una natura che può accogliere i nostri bisogni,
trovarsi e avere la sensazione di essere soli nella vita che portiamo avanti
è la peggior cosa che può capitare ad un essere umano,
Giacomo con la sua sensibilità coglie in questa lirica tutte le più profonde sfumature di un dolore che pian piano invade l'anima di chi lo prova,
bravo complimenti»
Club ScriverePino Gaudino (28/06/2016) Modifica questo commento

«chi ha animo sensibile come tutti quelli che scrivono almeno una volta nella vita hanno provato questa sensazione, spesso questo sentire ci accompagna tutta la vita, che pone il soggetto in una sorte di inadeguatezza allo stare su questo mondo. L'autore esprime questa sensazione senza rabbia, con pacatezza e dolcezza, pur in una sorta di risentimento pacato, gran bel lavoro»
Merlino (28/06/2016) Modifica questo commento

«Un semplice sfogo, recita la nota dell'autore! Io trovo incantevoli questi versi il cui preludio è già poesia offerta nell'immagine di una collina che abbraccia il mare e tutto il paesaggio intorno offre la grandiosità di una natura ricca e prodiga mentre capita che ci si possa sentire soli, intrusi. Bellissima sensazione. Una lirica musicalmente evocativa e che andrebbe letta più volte per scoprirne ancora più la vis del poeta. Semplicemente bella.»
Club ScrivereLuciano Capaldo (28/06/2016) Modifica questo commento

«un connubio tra mare e cielo ...un osservare la grandezza della natura ...versi toccanti d'intensà ricchi d'introspezione, che si lasciano leggere coinvolgendo il lettore... sentirsi intrusi, purtroppo ...accade...
il mio elogio al bravo poeta»
Club Scriverecarla composto (28/06/2016) Modifica questo commento

«La sofferenza di una interiorità che, capita, si senta estranea alla vita ma è essa stessa vita. Dopo la salita ci sarà, certo, una pianura ed il tormento lascerà il passo alla tranquillità interiore, ne sono certo. Grandissima prova dove il mettersi a nudo è segno di profonda umanità. , i miei complimenti.»
Club ScrivereStello (28/06/2016) Modifica questo commento

«L'anima tormentata cerca rifugio nella bellezza e nella profondità della natura, la sola che trasmette il senso di dolcezza e certezza di eternità. Colui che sente dentro di sé il mare grande ed infinito, difficilmente troverà pace nella società, più incline a distruggere che a donare, da qui, il senso di frustrazione del poeta.»
Antonella Modaffari Bartoli (28/06/2016) Modifica questo commento

«Un paesaggio da favola non riesce a calmare il travaglio interiore del Poeta. Quando ci si sente intrusi in una società indifferente, è devastante per l'anima. Si cammina in mezzo alla folla e ci sente soli perché non si viene considerati. Lirica suggestiva e coinvolgente com'è nello stile dell'autore.»
Club ScrivereSara Acireale (28/06/2016) Modifica questo commento

«Veramente toccante questo bel verseggiare del bravo autore che ci porta per mano nei sentieri del suo mondo interiore e ci accompagna nel suo sentire con una musicalità che fa scorrere la lettura di questa poesia come in un racconto tradotto in versi.»
Club ScrivereMaria Luisa Bandiera (28/06/2016) Modifica questo commento

«Poesia toccante e sentita nel profondo, versi laceranti di un animo che non trova pace nemmeno di fronte alla bellezza di un paesaggio, di chi sente che questa vita non gli appartiene, troppe le delusioni e i tormenti... una lirica che coinvolge il lettore soprattutto se condivide lo stesso stato d'animo. Complimenti al poeta che riesce sempre ad emozionare e a trasmettere sensazioni comuni-»
Club ScrivereAnna Rossi (28/06/2016) Modifica questo commento

«paesaggi suggestivi per un tormento interiore la cui sofferenza è descritta in modo palpabile. Sfogo ben riuscito, il mio plauso.»
Anna Maria Feliciotto (28/06/2016) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley Legittimo sfogo, umanamente comprensibile! (Galante Arcangelo)

smiley Avevo già nel 2016 commentato nella bacheca, (Ela Gentile)

smiley ma è stato cancellato ed ho riletto con piacere. (Ela Gentile)

smiley Confermo la bellezza e sensibilità del testo... (Ela Gentile)

smiley e apprezzo. Un abbraccio e un Giacomo! (Ela Gentile)


Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Introspezione
Cercherò il mio posto
Mi illudo... mi emoziono e piango
Speranza... sparisci
Senso di colpa
L’ultimo respiro
Fingo, sorrido e tremo
Stanco
L’urlo dei sogni infranti
Trema il sospiro
Il dubbio diventerà salvezza
Il mio pianto
Amo la pioggia
L'ultimo temporale
Scompaio nel buio
Nemmeno la primavera
Solo... per capire e per reagire
Felicità...urlo ma non senti
Felicità bugiarda
Solo uno sfogo
Occhi smarriti
Lacrima di speranza
Nessuno sente
L' Uomo e suo cuor bambino
L’ Intruso
Vorrei... ma non posso
L'incertezza il cuor annienta
L’urlo disperato ancor trema
Problema solo mio se tremo e non vivo
Sul far della sera vorrei
Maledettamente Io
Il dolor va sempre rispettato
Scavo nel profondo
Buffo, sognatore... pazzo
Oggi come ieri... domani come sempre
La resa
Silenzio intorno esplodi
Unica certezza non saper amare
Troppo vicino al precipizio
Eccomi... son io... illuso sognatore pazzo
Il mio Io
Rialzati anima mia
Il mio dolore
Vivere sospirando è pur sempre vivere
Trema sospiro
Il mio canto stonato
Rido, piango e vivo
Ho fallito
Incontentabile il dolore invento
Speranza e rassegnazione
Senza speranza la vita amo
Non cerco vanto ma solo comprensione
Il cuor mio bambino
Il mio urlo
Anima mia non morire
Cercando risposte
Il mio buio
La fede che ho perso
Mai nessuno capirà
La mia maschera
Del dolore son figlio
Anima mia non ascoltare il mio cuore
Cosa son stato, cosa sono
Prego e accetto
Vivere in apnea
Solo con il mio cuore
Voglio vivere
Io sono ciò che sono
Io
Anima sola

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2017
Il dubbio diventerà salvezza Tema Libero
Premio Scrivere 2016
Emozione che vibra La poesia e il Poeta (Impressioni) Menzione di merito
La terra, culla della vita La Terra, culla della vita (Natura)
Cuor mio piange Poesia a tema libero
Premio Scrivere 2015
Premio Scrivere 2014
Il destino I nodi del destino (Riflessioni)
Nel cuore esiste l'amore? "Con l'orlo del suo abito l'amore sfiora la polvere. Pulisce le macchie da strade e sentieri e poiché ne ha la forza ne ha anche il dovere" (Madre Teresa di Calcutta - Spiritualità)
Mi teneva per mano Tema Libero
Premio Scrivere 2013
Oltre la porta Oltre la porta (Riflessioni)
Premio Scrivere 2012
Se sol potessi inventare un gesto Amore (Potessi, con un gesto, rendere eterno questo nostro amore)
Ribellarsi non conviene Poesia a tema libero
Mia adorata notte Jim Morrison (La notte è un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie)



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it