4372 visitatori in 24 ore
 190 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Sono nato il 15 giugno 1971 a Saronno in provincia di Varese e dall’età di 13 anni vivo a Caltagirone in provincia di Catania. Sono educatore presso una comunità di minori da più di vent’anni e amo il mio lavoro. Ho due figli che adoro.
Scrivere mi aiuta a sentirmi meglio quando la tristezza mi ... (continua)


La sua poesia preferita:
Cercherò il mio posto
Il cielo piange

nemmeno lui
vuole accarezzare
la mia anima in pena

non vuol perdere tempo
con chi si rassegna.

Ha ragione...
ma oggi la nebbia m’incatena
non riesco ad attraversare i rovi
a difendermi dalle spine che mi straziano

il...  leggi...

Nell'albo d'oro:
L’ Intruso
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli...  leggi...

Lingue a sonagli
Lingue velenose
Immergendosi
Negli abissi
Glaciali dell’anima
Urtano l’altrui sentire
Eccedendo nel lessico

Variopinte offese
Elegantemente mascherate
Lusingano con celata falsità
Estendendosi
Nei meandri malefici della mente
Ostruendo il...  leggi...

Il mio dolore
Lacrime insistenti mi schiaffeggiano
incolpevoli e silenti chiedon spazio
non indietreggiano
non possono
son figlie del mio sentire
del mio perenne disagio

emozioni e sofferenze
che mai nessuno potrà capire
le mie debolezze
il dolore che ha...  leggi...

Inciampa il verso
Inciampa il verso
libero e vellutato

senza compromessi
vibra e volteggia

senza sospirar
il destino accetta
lo colora ed inventa

involucro chiuso
non rispetta la regola

arieggia lacrimando
solfeggia traballando
nella strofa si...  leggi...

Rido, piango e vivo
Rido
piango e vivo
senza ragione
senza apparente motivo...

sospiri innati
ricamano tormenti

incanti improvvisi
solfeggiano gli istanti

lacrime non volute
sorrisi accennati
scorrono inesorabili

inondano il giorno che nasce
si confondono...  leggi...

Il mio canto stonato
Silenzio intorno

tutto tace

nessun clamore
nessun conforto

incido pianti
verseggio il dolore
versi semplici
figli del mio cuore...

rima baciata
nell'assonanza trova ristoro

plumbeo sospiro ricamato
cerca...  leggi...

Ho fallito
Testa china
ennesimo risalire lungo la via...

strada soffocante e stretta
tra deviazioni improvvise
che non lasciano scelta

bocca asciutta e lacrime in tasca
pianti da nascondere
sorrisi pronti all’uso

maschere usa e getta
sentenze...  leggi...

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Cercherò il mio posto (11/04/2018)

La prima poesia pubblicata:
 
Anima sola (19/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Sugnu lìbbiru (12/06/2018)

Giacomo Scimonelli vi consiglia:
 Indossa le mie mani (02/02/2018)
 Dimmi che voglia hai (18/02/2018)
 È lu destinu ca cumanna (20/04/2018)
 Cercherò il mio posto (11/04/2018)
 Il mio dolore (04/01/2013)

La poesia più letta:
 
Piacere reciproco (27/04/2012, 9044 letture)

Giacomo Scimonelli ha 7 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giacomo Scimonelli!

Leggi i 10883 commenti di Giacomo Scimonelli

Le raccolte di poesie di Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 26/08/2016
 il giorno 13/07/2016
 il giorno 08/09/2014
 il giorno 25/07/2013
 il giorno 17/07/2012

Autore della settimana
 settimana dal 12/03/2018 al 18/03/2018.
 settimana dal 20/03/2017 al 26/03/2017.
 settimana dal 16/05/2016 al 22/05/2016.
 settimana dal 08/06/2015 al 14/06/2015.
 settimana dal 26/11/2012 al 02/12/2012.
 settimana dal 18/06/2012 al 24/06/2012.
 settimana dal 23/01/2012 al 29/01/2012.

Autore del mese
 il mese 01/09/2016

Giacomo Scimonelli
ti consiglia questi autori:
 Anna Rossi
 Anna Di Principe
 Sara Acireale
 Antonio Biancolillo
Ela Gentile

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giacomo Scimonelli? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giacomo Scimonelli in rete:
Invia un messaggio privato a Giacomo Scimonelli.


Giacomo Scimonelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Malombra

Protagonista di "Malombra" è Marina di Malombra, bella e psicotica nipote del conte Cesare d’Ormengo, nel cui (leggi...)
€ 0,99


Giacomo Scimonelli

Il mondo dei ruffiani

Ribellione
Sono tanti gli immeritevoli
dai furfanti ai lecchini
dai cattivi consapevoli
per arrivare agli uomini burattini.

Ma oggi mi soffermo
su chi ha la lingua lunga
e pur di ottenere
si arruffiana chi detiene
anche il più piccolo potere.

Reciproci falsi inchini
scambio di favori
per arrivare davanti a tutti

esser primi con eleganza
senza insulti
ma con astuzia
e senza arroganza
a dirigere la danza

falso ballo dell'ingiustizia
per chi ama apparire
per chi inganna
pur di gioire.

Scie di saliva lungo la strada
schiene ricurve
con la testa abbassata

son loro che vanno avanti

i figli dell'illecito
che si nutrono dell'inganno
dissetandosi nel fango
pensando di esser giusti
e tutti gli altri
dei poveri falsi illusi.

Ma chi è disonesto
è disattento
e nell'errore inciampa come un fesso.

Troppo sparlare dietro
e tanta sicurezza
fan cadere anche lo sciocco
più esperto.

Tu gioisci pensando di aver vinto
ma non sai che ti ho scoperto
piccolo uomo troppo convinto
strisciante verme disonesto.

Son tranquillo e ti sorrido
ai tuoi piedi io non striscio
provo ribrezzo e tanto schifo
e per questo mi ribello.

Lascio un segno per i ruffiani
per chi sbava per un favore
e state attenti agli sbagli
perché verrà a galla
tutto il marcio che vi corrode.

Chi è infame e scorretto
non può nascondersi in eterno
cadrà giù la maschera
e sorriderà solo chi è corretto.

Senza vendetta
e senza puntare il dito
resto in attesa

il mio sfogo è all'epilogo
e la tua falsità profuma di resa.

Ben nascosto
resto nel mio mondo
e tu nel tuo covo
putrido e sporco.

L'onesto e il disonesto
non troveranno mai un accordo.



Giacomo Scimonelli 13/03/2017 11:58| 22| 1624 1178


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - carla composto - Donato Leo - Anna Di Principe - Cristiano De Marchi - Marinella Fois - Anna Rossi - Pagu - Alberto De Matteis - Sabyr - Giovanni Ghione - Sara Acireale
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«Nella vita vanno avanti solo coloro che strisciano... i ruffiani e chi li asseconda... ma chi è disonesto prima o poi perde la maschera... dottori, professori ma anche semplici impiegati si ritrovano a lavorare anche grazie alla disonestà e chi merita mastica amaro... tutto questo e altro sono esempi di ingiustizia legalizzata»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Lirica di una attualità estrema che fa parte dell'esperienza soprattutto della vita lavorativa e non solo. Chi ha capacità e onesto comportamento in un mondo che va alla rovescia ha poche possibilità. Lirica da condividere! Elogio!»
Club ScrivereGiovanni Ghione (17/03/2017) Modifica questo commento

«Una lirica di denuncia, un grido contro chi con falsi meriti viene premiato.
Versi molto incisivi, un plauso al bravo autore.»
Club ScrivereVentola raffaele (17/03/2017) Modifica questo commento

«Sagace, violenta, diretta, senza mezzi termini la satira poetica che rimarca:"i figli dell'illecito si nutrono dell'inganno dissetandosi nel fango". L'autore tratteggia il quadro di una contemporaneità malata, forte di quel suo mondo così lontano, così vero...»
Club ScrivereMina Cappussi (16/03/2017) Modifica questo commento

«In una satira amara descrivi tanto bene il mondo dei ruffiani,
di chi non rinuncia al potere e distrugge la dignità umana.
Considerazioni tristi verso una società in decadenza.
Il mio elogio»
Eolo (16/03/2017) Modifica questo commento

«Una poesia attuale e molto vera, dove l'adulazione, la falsità, l'amicizia interessata dei potenti e via dicendo produce un danno irreparabile agli onesti, a quelli che sudano senza chiedere favori, a quelli che lottano a costo di essere scomodi. A quelli che meriterebbero molto di più. Il mio plauso per aver toccato un tema molto sentito e non credo solo da me...»
Sabyr (16/03/2017) Modifica questo commento

«Un grande elogio, una poesia vera e reale. Purtroppo tutto quello che il Poeta sta costatando di persona è una grande piaga di questo nostro mondo. Bella, piaciuto lo stile scorrevole. Condivido il pieno il tema di questa bella poesia, molto attuale. Molto apprezzata.»
Nadia Mazzocco (15/03/2017) Modifica questo commento

«Versi che affrontano una tematica tristemente attuale! Quanta passione, indignazione in questa composizione fluente e ricca. Una bella invettiva contro un vergognoso sistema clientelare.»
Club ScrivereFranca Mugittu (14/03/2017) Modifica questo commento

«L'onesto e il disonesto non troveranno mai un accordo... parto dalla chiusa di questa poesia- sfogo per dire che alla fine tutto ritorna, nel senso che la verità e la giustizia hanno il sopravvento. E i ruffiani e i lecchini dovranno nascondersi per la vergogna, mentre chi agisce in maniera lecita e trasparente potrà camminare sempre a testa alta. Molto opportunamente il bravo Autore afferma che chi è infame e scorretto non può nascondersi in eterno, cadrà giù la maschera e sorriderà solo chi è corretto. Un elogio sincero al Valente Autore che in maniera per nulla velata ha saputo descrivere un particolare spaccato della vita sociale italiana.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (14/03/2017) Modifica questo commento

«Apprezzato sfogo in un mondo nel quale è sempre più difficile essere solamente se stessi senza limitazioni sfuggendo ad alterazioni e compromessi figli di falsità. L'autore sempre schietto e diretto affronta bene ogni tema con precisione e semplicità. Complimenti»
Anna Maria Feliciotto (14/03/2017) Modifica questo commento

«La chiusa dice tutto e forse anche di più. Sì, oggi accade questo nel mondo e pensare al fatto che, in fondo a tutto, prima o poi giustizia vincerà è di magro conforto, perché le radici del male sono ben piantate. Il poeta ci invita a riflettere con versi ben strutturati, profondi e condivisibili. Ottimo testo.»
Club ScriverePagu (14/03/2017) Modifica questo commento

«Nulla di nuovo in questa bella ribellione o semplice osservazione che investe un sociale dannatamente vero e riprorevole che è la trama evidente che attraversa il pensiero del nostro paese marcio dalla testa in giù. Siamo tutti complici di questo sistema nessuno escluso, pecoroni! Tanti spunti ma mi limito a dire una poesia necessaria per dissociarsi dalla maggioranza sporca alla quale non appartengo... per fortuna direi! Complimenti»
Club ScrivereLuciano Capaldo (14/03/2017) Modifica questo commento

«L'autore ha saputo descrivere in modo eccellente tutte le sfumature della disonestà e si coglie l'intelligente suggerimento di non aver timore di fronte a questo nemico, che prima o poi cadrà nella sua stessa trappola... Bellissima la chiusa di questo ottimo testo!»
Maria Fiorella Corazza (14/03/2017) Modifica questo commento

«Quanta verità in questa lirica espressa con versi incisivi e crudi. Come non esserne d'accordo... viviamo in una società dove tante persone incompetenti occupano posti di responsabilità senza averne né diritto né la capacità...rubando invece lavoro a chi veramente se lo merita... ma come continua il poeta alla fine il disonesto viene alla luce... lirica condivisa e molto apprezzata. Lodi all'autore.»
Club ScrivereAnna Rossi (14/03/2017) Modifica questo commento

«Arriva sempre quella goccia che fa traboccare il vaso e quando la misura si riempie ecco che si palesa la ribellione contro la disonestà, il pettegolezzo e il lecchinaggio. La persona onesta va dritta per la sua strada ma non è cieca né stupida e vede, capta il male, la scorrettezza e la falsità, si accorge delle maschere anche se tace e fa finta di niente. Ma viene spontaneo un moto di ribellione ed ecco che il poeta mette su carta i suoi bollenti pensieri con sincerità ed enfasi. Son tutte verità che non si può non condividere e apprezzare con un elogio per l'onestà e schiettezza dell'autore. Complimenti...»
Ela Gentile (14/03/2017) Modifica questo commento

«Quanta verità in questi versi se non hai raccomandazione non avrai un lavoro, se non hai possibilità devi accontentarti del medico della mutua. E chi non ha neppure la mutua? Poveri noi, come finiremo?»
Club ScrivereMarinella Fois (13/03/2017) Modifica questo commento

«Purtroppo L'Autore définisce il male di questo secolo... che ci colpisce tutti! La nausea è grande e il lettore che ha vissuto queste ingiustizie, capisce il cuore di questa denuncia, scandita in questi versi! !!»
Club ScrivereJosiane Addis (13/03/2017) Modifica questo commento

«Condivido in toto questa eloquente poesia, che esprime una profonda ribellione per l'ingiustizia legalizzata e per tutti coloro che vivono e lavorano attraverso la corruzione con la veste dei furbetti e furbastri. Disonestà,lecchinaggio e tanti inchini sono perpetrati a iosa, credendo che le persone oneste non capiscano, ma al contrario il disonesto sarà prima o poi smascherato. L'Italia non è più un paese per onesti e questo dispiace moltissimo, dal momento che è stata la culla della civiltà, dell'arte e della scienza. Pregevole il testo versificato con stile scorrevole, schietto e veritiero... al Poeta ammirazione e stima.»
Club ScrivereAnna Di Principe (13/03/2017) Modifica questo commento

«Impossibile non condividere tanta verità. Di tanto in tanto il sistema meritocratico torna a lasciar parlare di sé, anche con bei toni che poi, nel transitare ai fatti si annacquano nell'immediato ed in seguito s'annullano ... servisse poi esserne anche in grado? Essere veramente capaci? Ma la speranza resta sin tanto che "l'onesto ed il disonesto non troveranno mai un accordo".»
Wilobi (13/03/2017) Modifica questo commento

«Tema largamente condiviso. Italia e sicilia ancora peggio, paese di ruffiani, lecchi e galoppini. E' veramente disgustoso gente impreparta e raccomantata assurgere in pompa magna alle poltrene più ambite per fottere stipendi e prebende e poi non bastasse anche corrotti, con la schiena sempre curva per gli inchini e bavosi per saluti e complimenti ossequiosi disgustosi. Nel paese dei galoppini igniustizia quatiadana dei lecchini, ruffiani e galoppini.»
Giuseppe Vullo (13/03/2017) Modifica questo commento

«L'Italia è il paese delle raccomandazioni, e con questo termine ho detto tutto. Chi ha veramente del merito, magari si ritrova disoccupato o con le pezze dietro. Purtroppo da noi è così, ma spero come tutti che cambi qualcosa. Testo attualissimo.»
Umberto De Vita (13/03/2017) Modifica questo commento

«Purtroppo oggi come oggi, la meritocrazia è andata a farsi friggere. E' stato sempre così, si è andati avanti per ruffianismo e lecchinismo, ignorando chi ha le vere capacità di occupare posti di prestigio. Lo vediamo nei giovani che in questo Paese sono ritenuti asini. Emigrano in altri paesi o continenti e sono tenuti nella massima considerazione, forse perché non hanno alle loro spalle il papà primario o magistrato o onorevole. Questo è il paese di pulcinella in mano a quattro cialtroni.»
Club ScrivereDonato Leo (13/03/2017) Modifica questo commento

«i ruffiani i lecchini persone senza il midollo spinale che pur di andare avanti si inchinano e strisciano come larve... bella questa lirica che evidenzia questo gruppo di persone che andrebbere cancellate... condivido in pieno questa opera il mio sincero elogio al bravo poeta»
Club Scriverecarla composto (13/03/2017) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Ribellione
E va, e va ...un ritornello semplice semplice
Amo la Poesia
Il mondo dei ruffiani
Scrivo... mi diverto e mi consolo
Mille volti dietro una maschera
Mostri maledetti
Silenzio e paura
Ai falsi moralisti
No... io non resto zitto

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2017
Il dubbio diventerà salvezza Tema Libero
Premio Scrivere 2016
Emozione che vibra La poesia e il Poeta (Impressioni) Menzione di merito
La terra, culla della vita La Terra, culla della vita (Natura)
Cuor mio piange Poesia a tema libero
Premio Scrivere 2015
Premio Scrivere 2014
Il destino I nodi del destino (Riflessioni)
Nel cuore esiste l'amore? "Con l'orlo del suo abito l'amore sfiora la polvere. Pulisce le macchie da strade e sentieri e poiché ne ha la forza ne ha anche il dovere" (Madre Teresa di Calcutta - Spiritualità)
Mi teneva per mano Tema Libero
Premio Scrivere 2013
Oltre la porta Oltre la porta (Riflessioni)
Premio Scrivere 2012
Se sol potessi inventare un gesto Amore (Potessi, con un gesto, rendere eterno questo nostro amore)
Ribellarsi non conviene Poesia a tema libero
Mia adorata notte Jim Morrison (La notte è un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie)



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it