3747 visitatori in 24 ore
 195 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro



Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Sono nato il 15 giugno 1971 a Saronno in provincia di Varese e dall’età di 13 anni vivo a Caltagirone in provincia di Catania. Sono educatore presso una comunità di minori da più di vent’anni e amo il mio lavoro. Ho due figli che adoro.
Scrivere mi aiuta a sentirmi meglio quando la tristezza mi ... (continua)


La sua poesia preferita:
Pensier d’oblio
Infinito invisibile

dal tremolio di un sospiro
nasce e si colora
pensier d’oblio

naviga ondeggiando
nel passato...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Cercherò il mio posto
Il cielo piange

nemmeno lui
vuole accarezzare
la mia anima in pena

non vuol perdere tempo
con chi si rassegna.

Ha ragione...
ma oggi la nebbia m’incatena
non riesco ad attraversare i rovi
a difendermi dalle spine che mi straziano

il...  leggi...

L’ Intruso
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli...  leggi...

Lingue a sonagli
Lingue velenose
Immergendosi
Negli abissi
Glaciali dell’anima
Urtano l’altrui sentire
Eccedendo nel lessico

Variopinte offese
Elegantemente mascherate
Lusingano con celata falsità
Estendendosi
Nei meandri malefici della mente
Ostruendo il...  leggi...

Il mio dolore
Lacrime insistenti mi schiaffeggiano
incolpevoli e silenti chiedon spazio
non indietreggiano
non possono
son figlie del mio sentire
del mio perenne disagio

emozioni e sofferenze
che mai nessuno potrà capire
le mie debolezze
il dolore che ha...  leggi...

Inciampa il verso
Inciampa il verso
libero e vellutato

senza compromessi
vibra e volteggia

senza sospirar
il destino accetta
lo colora ed inventa

involucro chiuso
non rispetta la regola

arieggia lacrimando
solfeggia traballando
nella strofa si...  leggi...

Rido, piango e vivo
Rido
piango e vivo
senza ragione
senza apparente motivo...

sospiri innati
ricamano tormenti

incanti improvvisi
solfeggiano gli istanti

lacrime non volute
sorrisi accennati
scorrono inesorabili

inondano il giorno che nasce
si confondono...  leggi...

Il mio canto stonato
Silenzio intorno

tutto tace

nessun clamore
nessun conforto

incido pianti
verseggio il dolore
versi semplici
figli del mio cuore...

rima baciata
nell'assonanza trova ristoro

plumbeo sospiro ricamato
cerca...  leggi...

Ho fallito
Testa china
ennesimo risalire lungo la via...

strada soffocante e stretta
tra deviazioni improvvise
che non lasciano scelta

bocca asciutta e lacrime in tasca
pianti da nascondere
sorrisi pronti all’uso

maschere usa e getta
sentenze...  leggi...

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Pensier d’oblio (15/05/2012)

La prima poesia pubblicata:
 
Anima sola (19/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Addomestico sorrisi (16/02/2019)

Giacomo Scimonelli vi consiglia:
 Indossa le mie mani (02/02/2018)
 È lu destinu ca cumanna (20/04/2018)
 Cercherò il mio posto (11/04/2018)
 Il mio dolore (04/01/2013)
 I picciriddi nun si toccanu (08/02/2019)

La poesia più letta:
 
Piacere reciproco (27/04/2012, 10643 letture)

Giacomo Scimonelli ha 9 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giacomo Scimonelli!

Leggi i 11019 commenti di Giacomo Scimonelli

Le raccolte di poesie di Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 12/03/2018 al 18/03/2018.
 settimana dal 20/03/2017 al 26/03/2017.
 settimana dal 16/05/2016 al 22/05/2016.
 settimana dal 08/06/2015 al 14/06/2015.
 settimana dal 26/11/2012 al 02/12/2012.
 settimana dal 18/06/2012 al 24/06/2012.
 settimana dal 23/01/2012 al 29/01/2012.

Autore del mese
 il mese 01/09/2016

Giacomo Scimonelli
ti consiglia questi autori:
 Anna Rossi
 Anna Di Principe
 Sara Acireale
 Antonio Biancolillo
 Ela Gentile

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giacomo Scimonelli? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giacomo Scimonelli in rete:
Invia un messaggio privato a Giacomo Scimonelli.


Giacomo Scimonelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

I decaduti

Tra i più significativi scrittori russi, Gorkij (in russo la parola che egli scelse come pseudonimo vuol dire (leggi...)
€ 0,99


Giacomo Scimonelli

Senze’tia

Dialettali
Sunu jorna caiu un pinzeru...
mi suso a matina e suspiru
mi votu nu lettu
e me bugghiunu i carni.

Nun capisciu u sensu
ma i to labbra vulissi ancora vasari
e jucannu chi mani fariti sugnari
spugghiannuti tutta
taliannu a to’ beddizza
fora, intra
n’capu e sutta.

Sì...mi bugghiunu i carni
a to bucca che scinni
e mi sfiora i’ jammi

ca’ to vuci duci duci
che trase intra lu me cori
e adduma u desiu...
passiuni ranni
che non si po’ stutari.

Comu e’fari a truvari u curaggio
a controllare u sciatu
che nesci da me bucca
a diriti che t’amo tanto
a diriti c’haiu sbagghiatu...

comu e’fari
dopo tuttu u mali che te fattu!


Giacomo Scimonelli 01/10/2017 08:30| 14| 924


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - carla composto - Franca Merighi - Sara Acireale - Giovanni Ghione - Alberto De Matteis - Anna Rossi
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«spero di non sbagliare ma credo sia un’accorata richiesta di perdono un voler esprimere un pentimento grande con il cuore in mano ... versi toccanti che arrivano al lettore
questo mi è arrivato
bella e sentita elogio»
Club Scriverecarla composto (01/10/2017) Modifica questo commento

«Peccato che non posso capirla!!!! ci vorrebbe la traduzione sotto... ad ogni modo qualche parola. l’ho intuita, e sento che c’e’ una disperata mancanza della persona amata, e alla fine, "quel male che ti ho fatto" mi fa sentire un forte sentimento di dolore e rimorso...»
Club ScrivereFranca Merighi (01/10/2017) Modifica questo commento

«Senza di te non posso più vivere. Mi giro e mi rigiro dentro il letto ma (ahimè!) tu non ci sei.
È un’accorata preghiera all’amata affinché ritorni e possa perdonare l’errore commesso. Versi molto belli, resi suggestivi dall’idioma siciliano...»
Club ScrivereSara Acireale (01/10/2017) Modifica questo commento

«"mi votu nu letto / senze’tia" l’assenza dell’amata provoca un accorato rimpianto notti insonni e una richiesta di perdono per errori commessi. Con il dialetto questo intimo richiamo risulta ancora più efficace! Elogio!»
Club ScrivereGiovanni Ghione (01/10/2017) Modifica questo commento

«Pure essendo nato in Sicilia, è difficile per me comprendere dialetto. Purtroppo la Sicilia non l’ho vissuta e quindi riesco a comprendere molto poco. Mi pare d’aver capito che il tema sia d’amore e nient’altro.»
Umberto De Vita (01/10/2017) Modifica questo commento

«Nato anche io in Sicilia pur con le variazioni
del dialetto della mia zona il testo è molto
semplice alla comprensione perché la nostra terra
è unica nelle parole e nei sentimenti.»
Eolo (01/10/2017) Modifica questo commento

«Titubavo nell’affrontarla: qualcosa mi potrà pure sfuggire, ma il senso preciso s’afferra, il concreto anche dal ritmo dettato.»
Wilobi (01/10/2017) Modifica questo commento

«Pure grande poeta in dialetto Siciliano o catanese? Al di la della battuta, una poesia appassionata e ricamata, come la lingua siciliana può fare..."mi giro e mi rigiro nel letto, ma senza di te è un girare a vuoto"! Ti vorrei qui con me per accarezzare le tue carni e baciare le tue labbra, ma per errori commessi, posso solo sognare e fantasticare! Ottima!»
Giuseppe Vullo (01/10/2017) Modifica questo commento

«Ogni dialetto possiede le sue caratteristiche e, se quello napoletano è adatto alle fantasie sdolcinate, se il milanese appare spesso realistico, se il romanesco e il toscano ben si prestano a una visione sovente scanzonata e pungente della vita, il dialetto siciliano esprime con forza l’intensità dei sentimenti, sia positivi che negativi: è come un vento che spira dal sud (preislamico) e dall’ovest (donchisciottesco) che, frenando un po’ la sua furia sull’isola, permette l’adeguata espressione di pensieri così sofferti come questo dello Scimonelli.»
Antonio Terracciano (01/10/2017) Modifica questo commento

«Anch’io, pur non essendo siciliano ma per il fatto che ho vissuto alcuni anni molto tempo fa, capisco abbastanza questo bel dialetto che si avvicina molto a quello salentino. E in questi bei versi c’è tanto pathos e sentimento e riesce difficile trovare il coraggio per esternare tutto l’amore a causa di qualche problema procurato alla persona amara.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (01/10/2017) Modifica questo commento

«Il cuore sospira nello stesso pensiero che rende insonni ed inquieti, desiderando ancora di baciare l’amata, di colmarla di carezze, di regalare bagliori d’albe, di stupire con la dolcezza delle parole. Quanto il poeta vorrebbe aprirsi e gridare senza remore quel magico"Ti Amo" liberandolo dalla rete che lo imprigiona e sentire il vento dell’amore che cancella ogni errore. La mia interpretazione leggendo i versi nel caldo dialetto napoletano, ricco di sentimento. Molto apprezzata e condivisa.»
Club ScrivereJulie (01/10/2017) Modifica questo commento

«Una bellissima prova in lingua siciliana, parole, versi che nell’utilizzo del vernacolo acquistano una musicalità unica. Elogio al bravo poeta»
Club ScrivereFranca Mugittu (01/10/2017) Modifica questo commento

«Anche se vicini geograficamente, il tuo dialetto è diverso dal mio, ma nonostante ciò sono riuscita a carpirne il significato. Versi dolorosi per l’assenza della persona amata che si vorrebbe ancora baciare, stringere ma che non è più vicino, anche per i propri sbagli. Bellissima lirica piena di sentimento...»
Club ScrivereAnna Rossi (02/10/2017) Modifica questo commento

«Grazie alla mia lingua regionale fr. (il corso), mi pare di capire e intravvedere l’intensità di questo componimento. Un ancorato dolore, un rimpianto o un perdono ...che porta i lettori in questo viaggio introspettivo e intimista.»
Club ScrivereJosiane Addis (09/10/2017) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it