3304 visitatori in 24 ore
 144 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Sono nato il 15 giugno 1971 a Saronno in provincia di Varese e dall’età di 13 anni vivo a Caltagirone in provincia di Catania. Sono educatore presso una comunità di minori da più di vent’anni e amo il mio lavoro. Ho due figli che adoro.
Scrivere mi aiuta a sentirmi meglio quando la tristezza mi ... (continua)


La sua poesia preferita:
Pensier d’oblio
Infinito invisibile

dal tremolio di un sospiro
nasce e si colora
pensier d’oblio

naviga ondeggiando
nel passato...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Cercherò il mio posto
Il cielo piange

nemmeno lui
vuole accarezzare
la mia anima in pena

non vuol perdere tempo
con chi si rassegna.

Ha ragione...
ma oggi la nebbia m’incatena
non riesco ad attraversare i rovi
a difendermi dalle spine che mi straziano

il...  leggi...

L’ Intruso
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli...  leggi...

Lingue a sonagli
Lingue velenose
Immergendosi
Negli abissi
Glaciali dell’anima
Urtano l’altrui sentire
Eccedendo nel lessico

Variopinte offese
Elegantemente mascherate
Lusingano con celata falsità
Estendendosi
Nei meandri malefici della mente
Ostruendo il...  leggi...

Il mio dolore
Lacrime insistenti mi schiaffeggiano
incolpevoli e silenti chiedon spazio
non indietreggiano
non possono
son figlie del mio sentire
del mio perenne disagio

emozioni e sofferenze
che mai nessuno potrà capire
le mie debolezze
il dolore che ha...  leggi...

Inciampa il verso
Inciampa il verso
libero e vellutato

senza compromessi
vibra e volteggia

senza sospirar
il destino accetta
lo colora ed inventa

involucro chiuso
non rispetta la regola

arieggia lacrimando
solfeggia traballando
nella strofa si...  leggi...

Rido, piango e vivo
Rido
piango e vivo
senza ragione
senza apparente motivo...

sospiri innati
ricamano tormenti

incanti improvvisi
solfeggiano gli istanti

lacrime non volute
sorrisi accennati
scorrono inesorabili

inondano il giorno che nasce
si confondono...  leggi...

Il mio canto stonato
Silenzio intorno

tutto tace

nessun clamore
nessun conforto

incido pianti
verseggio il dolore
versi semplici
figli del mio cuore...

rima baciata
nell'assonanza trova ristoro

plumbeo sospiro ricamato
cerca...  leggi...

Ho fallito
Testa china
ennesimo risalire lungo la via...

strada soffocante e stretta
tra deviazioni improvvise
che non lasciano scelta

bocca asciutta e lacrime in tasca
pianti da nascondere
sorrisi pronti all’uso

maschere usa e getta
sentenze...  leggi...

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Pensier d’oblio (15/05/2012)

La prima poesia pubblicata:
 
Anima sola (19/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Il tempo stringe (07/01/2019)

Giacomo Scimonelli vi consiglia:
 Indossa le mie mani (02/02/2018)
 Dimmi che voglia hai (18/02/2018)
 È lu destinu ca cumanna (20/04/2018)
 Cercherò il mio posto (11/04/2018)
 Il mio dolore (04/01/2013)

La poesia più letta:
 
Piacere reciproco (27/04/2012, 10204 letture)

Giacomo Scimonelli ha 9 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giacomo Scimonelli!

Leggi i 10889 commenti di Giacomo Scimonelli

Le raccolte di poesie di Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 11/01/2019
 il giorno 26/08/2016
 il giorno 13/07/2016
 il giorno 08/09/2014
 il giorno 25/07/2013
 il giorno 17/07/2012

Autore della settimana
 settimana dal 12/03/2018 al 18/03/2018.
 settimana dal 20/03/2017 al 26/03/2017.
 settimana dal 16/05/2016 al 22/05/2016.
 settimana dal 08/06/2015 al 14/06/2015.
 settimana dal 26/11/2012 al 02/12/2012.
 settimana dal 18/06/2012 al 24/06/2012.
 settimana dal 23/01/2012 al 29/01/2012.

Autore del mese
 il mese 01/09/2016

Giacomo Scimonelli
ti consiglia questi autori:
 Anna Rossi
 Anna Di Principe
 Sara Acireale
 Antonio Biancolillo
 Ela Gentile

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giacomo Scimonelli? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giacomo Scimonelli in rete:
Invia un messaggio privato a Giacomo Scimonelli.


Giacomo Scimonelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com



L'ebook del giorno

I pirati della Malesia

La storia può essere considerata una sorta di seguito de "I misteri della jungla nera". Scopriamo che (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Non dimenticare... ogni anno è obbligatorio e necessario ricordare di cosa sia capace l'essere umano... essere umano che si traveste da bestia senza anima e uccide i propri simili senza una valida ragione...»
Inserita il 27/01/2017  

Giacomo Scimonelli

Un lamento che strazia

Sociale
Cuore ed anime
respirano stessa aria

legati piedi e mani
si ode un lamento che strazia
avanza
come lama penetra
stridente rallenta
silenzioso trafigge
incuneandosi tra vergogna ed impotenza
l'inumana certezza non sconfigge.

Voltarsi e fingere.

Nascondersi
colorando l'indifferenza

non voler respirare l'acre profumo
essenza di anime incolpevoli
anime torturate
anime come spazzatura bruciate.

Muschio di morti
ricopre i tappeti della memoria
assurda follia
senza scusante alcuna.

Il rimorso di molti
non serve oggi
chi poteva
rimase immobile
chi sapeva
compiacente e complice.

Anime in gabbia.

Macchia eterna.

Ricordar sempre
barbara ed atroce cattiveria
inutile e severa sofferenza.

Mente avvolta da follia
mente stolta da ipocrisia.
Pianti continui
a nulla servirono

grida di innocenti visi
puniti con mamma e papà
rapiti
nascosti dai loro sorrisi
allontanati per sempre dalla felicità.

Ricordare il passato

ogni giorno

ogni istante.

Un genuflesso pensiero
a chi mai domo
con coraggio dipinse ugualmente un sogno
e fino all'ultimo
alla vita si aggrappò

fino all'ultimo
anelito di fumo
fumo di lacrime senza più futuro.


Giacomo Scimonelli 06/02/2012 14:13| 25| 2520 2344


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - rosanna gazzaniga - Sara Acireale - Cristina Pinochi
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«versi strazianti, che ritraggono quei tristissimi momenti vissuti da tanta povera gente...»
Club Scrivereangela fiore (06/02/2012) Modifica questo commento

«Entrare nel dettaglio di una memoria che pesa ancora oggi sulla razza umana, una vergogna scolpita a caratteri cubitali per l'eternità che nessuno potrà mai cancellare e che purtroppo si rinnova tutt'oggi nel lamento di tante vittime della feroce macchina della guerra... guardare negli occhi quelle vittime, ad una ad una, e ascoltare le loro voci... e tradurre queste voci in versi, per evocare con straordinaria sensibilità drammi terribili che nessuno dovrà mai dimenticare. Hai scritto qualcosa di unico, Giacomo... non ho parole per descriverti la profonda commozione che ho provato... complimenti, una poesia che si "vive" verso dopo verso.»
Donatella Pezzino (06/02/2012) Modifica questo commento

«Perché non debba accadere mai più, ogni anno nel giorno del ricordo viene messa in evidenza la strage che si perpetrò su un popolo inerme e indifeso da un altro popolo della civilissima Europa. Versi sentiti e apprezzati, molto belli nel rimarcare la bruttura dell'evento. Bravo!»
Grazia Denaro (06/02/2012) Modifica questo commento

«Momento storico ignobile, versi che dettagliatamente descrivono l'orrore e lo strazio... Non dimentichiamo, e questi versi commuovono in modo straziante, sei stato a cogliere ogni essenza di disperazione...»
Patrizia Pepe (06/02/2012) Modifica questo commento

«Un orrore che lascia costernati ma l'uomo è capace di grandi cattiverie che putroppo continuano ad essere perpetrate in tanti modi nel mondo.
Poesia straziante, molto apprezzata.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (06/02/2012) Modifica questo commento

«fu un 'immane tragedia voluta dalla pazzia collettiva di gente che nulla aveva di umano apprezzatissima»
Citarei Loretta Margherita (06/02/2012) Modifica questo commento

«L'animo umano ha fragilissima bontà e insaziabile cattiveria. Una tragedia dovuta alla follia collettiva, buia luce spacciata per necessità di migliorare il mondo. Una delle più belle liriche fatte su questo atroce tema, che pur occorre ricordare, per evitare nuove mostruosità!»
rosanna gazzaniga (06/02/2012) Modifica questo commento

«In questo periodo orrendo si perpetrarono le più grandi atrocità mai avvenute prima... Fu il periodo della perdità della ragione, gli uomini diventarono come bestie feroci e come lupi famelici sbranarono pecore inermi... Un periodo che dovremo sempre tenere impresso nella nostra memoria affinché non si ripeta MAI PIÙ una simile nefandezza...»
Club ScrivereSara Acireale (06/02/2012) Modifica questo commento

«quello che fa male: rapiti con mamma e papà...come si può portare dolore e morte dinnanzi a colore che dovevano proteggere: mamma e papà.un'atrocità dinnanzi a mamma e papà, dolore doppio e... incomprensibile... bravo Giacomo, hai centrato in pieno la malvagità dell'animo umano.»
Bruna Lanza (06/02/2012) Modifica questo commento

«Spessa poesia dove viene solo per un momento, leggendola, un pizzico di rabbia (della serie che ci si chiede come possibile che l’uomo è così cattivo) di sofferenza legata ad un non tanto lontano periodo storico, dove a mio avviso, sia pure trasformato, è concetto che rimane ancora a galla; versi che trasmettono un sentimento mai sopito; ottima lettura»
Sadness (06/02/2012) Modifica questo commento

«Un poetare doloroso e profondo, dedicato a quelle anime innocenti barbaramente straziate, dinanzi agli occi indifferenti del resto del mondo...
Poesia apprezzatissima»
Club ScrivereSilvia De Angelis (06/02/2012) Modifica questo commento

«Un momento di grande riflessione e di raccoglimento per ricordare l'olocausto e lo fa con grande acume e in modo accorato senza spargere odio sopra l'odio e quindi un grande messaggio che condivido.»
PULSE Morganti Paolo (06/02/2012) Modifica questo commento

«Versi che descrivono accuratamente lo strazio ed il lamento di tantissime vittime - Per non dimenticare! Personalmente, ho visitato i campi di concentramento ed ho rivisto in questa poesia tutte le immagini che si trovano all'interno di questi orribili posti. A me suscita tanta rabbia: "Chi poteva rimase immobile, chi sapeva compiacente e complice". Giacomo hai scritto un opera!»
Stella Corrado (06/02/2012) Modifica questo commento

«alcuni passaggi, ahinoi, fanno davvero accapponare la pelle... così e stato e il tuo è un sensibilissimo modo per non dimenticarlo... purtroppo certi testi e parole non possono che essere strazianti...»
Marco Passavanti (06/02/2012) Modifica questo commento

«Bellissima poesia, che tratta di una pagina nera della storia e di tutto l'essere umano!»
Giancarlo Fiaschi (07/02/2012) Modifica questo commento

«Tema importante sempre diffilissimo da affrontare. Se la cava molto bene l'autore che lo svolge in versi di grande pregio. Ammirato!»
Club ScrivereDuilio Martino (07/02/2012) Modifica questo commento

«versi molto intensi, che trasportano il lettore a ricordi nascosti nell'oblio, ottima composizione che ne distingue la sensibilità dell'autore... complimenti...»
Giuseppe Bellanca (07/02/2012) Modifica questo commento

«Una macchia indelebile sull'anima del mondo. Atroce come e più di tutte le guerre. Che quei pallidi volti scarniti che respiravano l'odore acre dei propri simili siano da monito per l'orrore, perché non possa accadere mai più. Poesia bella, intensa, straziante.»
Alessandro Spirito (08/02/2012) Modifica questo commento

«Ho il cuore traboccante di commozione, questa é una poesia
ma é anche un grido per tutto quell'orrore, per il troppo dolore e lacrime... una tragedia incancellabile. La conservo e segnalo, davvero meritevole!»
Nadia Mazzocco (08/02/2012) Modifica questo commento

«Pregiatissima e bellissima poesia, dal tema forte e struggente da non dimenticare mai, letta con interesse e commozione. Un plauso all'autore con i miei apprezzamenti.»
Club ScrivereEla Gentile (08/02/2012) Modifica questo commento

«Composizione poetica di grande spessore, denuncia la follia, la barbara ed atroce cattiveria di menti stolte guidate da scelte politiche inumane ed assurde. Con grande sensibilità racconta il dolore e descrive le sofferenze di tutti i perseguitati nei campi di concentramento e chiede che quell’atroce passato sia monito all’umanità.»
Luisa Pira (10/02/2012) Modifica questo commento

«Quanto dolore sento nel leggere questa Opera straziante!!! Inesorabilmente riporta l’orrore alla memoria, richiama agli occhi l’immagine di quello scempio di Vite Umane, uccise crudelmente, come animali della peggiore specie, senza pietà e senza vergogna.
Permettimi ti prego, di riportare qui una “preghiera” di Primo Levi, che serva sempre e a TUTTI da monito.
PER NON DIMENTICARE
Fai che il tuo viaggio non sia stato inutile,
che non siano state inutili tante morti.
Per te e per i tuoi figli, fai che il frutto dell'odio,
di cui hai visto qui le tracce,
non dia un nuovo seme,
né domani né mai.»
Jade (11/02/2012) Modifica questo commento

«Parla alle coscienze questa lirica... con un grido di dolore che colpisce e induce a profonda riflessione. I miei complimenti all'autore»
elisabetta tegas (12/02/2012) Modifica questo commento

«Versi intensi che fanno riflettere e nel silenzio del proprio cuore ha nascere una preghiera per tutte quelle anime oltraggiate dalla cattiveria umana... Plauso all^autore per come ha saputo scuotere, attraverso i suoi versi la coscienza dei lettori»
Anna62 (27/01/2013) Modifica questo commento

«Versi strazianti in memoria di uno dei periodi della nostra storia da non dimenticare, da imprimere bene nella mente per smuovere le coscienze. Vittime innocenti della malvagità umana che si rivolta contro i propri simili, senza alcuna pietà, con violenza e crudeltà. In ricordo dei nostri fratelli ai quali è stato tolto ogni diritto umano e soprattutto il bene più prezioso della vita. Combattere ognuno come può per evitare che si ripetano simili mostruosità che rappresentano una pagina della storia dolorosissima e di cui vergognarsi. Profondamente sentita.»
Club ScriverePaola Vigilante (27/01/2013) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it