3079 visitatori in 24 ore
 191 visitatori online adesso


Stampa il tuo libro

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Sono nato il 15 giugno 1971 a Saronno in provincia di Varese e dall’età di 13 anni vivo a Caltagirone in provincia di Catania. Sono educatore presso una comunità di minori da più di vent’anni e amo il mio lavoro. Ho due figli che adoro.
Scrivere mi aiuta a sentirmi meglio quando la tristezza mi ... (continua)


La sua poesia preferita:
Pensier d’oblio
Infinito invisibile

dal tremolio di un sospiro
nasce e si colora
pensier d’oblio

naviga ondeggiando
nel passato...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Cercherò il mio posto
Il cielo piange

nemmeno lui
vuole accarezzare
la mia anima in pena

non vuol perdere tempo
con chi si rassegna.

Ha ragione...
ma oggi la nebbia m’incatena
non riesco ad attraversare i rovi
a difendermi dalle spine che mi straziano

il...  leggi...

L’ Intruso
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli...  leggi...

Lingue a sonagli
Lingue velenose
Immergendosi
Negli abissi
Glaciali dell’anima
Urtano l’altrui sentire
Eccedendo nel lessico

Variopinte offese
Elegantemente mascherate
Lusingano con celata falsità
Estendendosi
Nei meandri malefici della mente
Ostruendo il...  leggi...

Il mio dolore
Lacrime insistenti mi schiaffeggiano
incolpevoli e silenti chiedon spazio
non indietreggiano
non possono
son figlie del mio sentire
del mio perenne disagio

emozioni e sofferenze
che mai nessuno potrà capire
le mie debolezze
il dolore che ha...  leggi...

Inciampa il verso
Inciampa il verso
libero e vellutato

senza compromessi
vibra e volteggia

senza sospirar
il destino accetta
lo colora ed inventa

involucro chiuso
non rispetta la regola

arieggia lacrimando
solfeggia traballando
nella strofa si...  leggi...

Rido, piango e vivo
Rido
piango e vivo
senza ragione
senza apparente motivo...

sospiri innati
ricamano tormenti

incanti improvvisi
solfeggiano gli istanti

lacrime non volute
sorrisi accennati
scorrono inesorabili

inondano il giorno che nasce
si confondono...  leggi...

Il mio canto stonato
Silenzio intorno

tutto tace

nessun clamore
nessun conforto

incido pianti
verseggio il dolore
versi semplici
figli del mio cuore...

rima baciata
nell'assonanza trova ristoro

plumbeo sospiro ricamato
cerca...  leggi...

Ho fallito
Testa china
ennesimo risalire lungo la via...

strada soffocante e stretta
tra deviazioni improvvise
che non lasciano scelta

bocca asciutta e lacrime in tasca
pianti da nascondere
sorrisi pronti all’uso

maschere usa e getta
sentenze...  leggi...

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Pensier d’oblio (15/05/2012)

La prima poesia pubblicata:
 
Anima sola (19/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Il tempo stringe (07/01/2019)

Giacomo Scimonelli vi consiglia:
 Indossa le mie mani (02/02/2018)
 Dimmi che voglia hai (18/02/2018)
 È lu destinu ca cumanna (20/04/2018)
 Cercherò il mio posto (11/04/2018)
 Il mio dolore (04/01/2013)

La poesia più letta:
 
Piacere reciproco (27/04/2012, 10229 letture)

Giacomo Scimonelli ha 9 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giacomo Scimonelli!

Leggi i 10897 commenti di Giacomo Scimonelli

Le raccolte di poesie di Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 11/01/2019
 il giorno 26/08/2016
 il giorno 13/07/2016
 il giorno 08/09/2014
 il giorno 25/07/2013
 il giorno 17/07/2012

Autore della settimana
 settimana dal 12/03/2018 al 18/03/2018.
 settimana dal 20/03/2017 al 26/03/2017.
 settimana dal 16/05/2016 al 22/05/2016.
 settimana dal 08/06/2015 al 14/06/2015.
 settimana dal 26/11/2012 al 02/12/2012.
 settimana dal 18/06/2012 al 24/06/2012.
 settimana dal 23/01/2012 al 29/01/2012.

Autore del mese
 il mese 01/09/2016

Giacomo Scimonelli
ti consiglia questi autori:
 Anna Rossi
 Anna Di Principe
 Sara Acireale
 Antonio Biancolillo
 Ela Gentile

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giacomo Scimonelli? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giacomo Scimonelli in rete:
Invia un messaggio privato a Giacomo Scimonelli.


Giacomo Scimonelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com



L'ebook del giorno

La Badessa di Castro

"La Badessa di Castro" narra l'amore travagliato tra una fanciulla di illustri origini, Elena di Campireali, (leggi...)
€ 0,99


Giacomo Scimonelli

Onore e rispetto

Sociale
Esiste rispetto?
Esiste onore?

Domande tuonano nella mente
tortuoso intelletto
sentiero perverso
gioia e dolore
figli di un’unico pensiero.

Padri e figli
sconfitti
rimorsi accatastati nel silenzio
negligenze
nelle false sentenze
sentenze avvolte da futili litigi.

Madri turbate reclamano clemenza
lacrimando ricevono schietta
dolorosa amarezza
risposte disattese
dal frutto del proprio ventre.

Padri e madri
lontani
avvolti nel grigiore che avanza


genitori abbandonati
rinchiusi in una fredda stanza

rifiutati
da egoismi irriconoscenti

emarginati
dai propri figli

figli da sempre cullati
adorati
ma adesso lontani

inavvicinabili

vinti dalla libertà
vinti dall’evanescente fierezza
gratuita superbia
dalle futili ingannevoli felicità
agonizzanti inconsapevoli
dell’onore e del rispetto
ma per sempre figli meritevoli
figli di chi mai conoscerà disprezzo.

Padre e madre
non conoscono risentimento
vivono ed accettano il rifiuto
non vogliono nulla
amano
e non chiedono aiuto.



Giacomo Scimonelli 16/02/2012 02:23| 27| 3648 3367


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Lucilla Radovini - rosanna gazzaniga - Alberto De Matteis
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«che meraviliosa POESIA, accavalla sentimenti tra sentimenti puri e impuri... perché è dal cuore che si emette l'amore... puri i genitori per le esigenze dei figli CHE PER LORO SI DONA LA VITA e si accetta con amore e per amore il mancato rispetto. impuri i figli nelle esigenze dei genitori... dai quali aspetti qui prodotti da sentita e fantastica POESIA... COME ORGANICO UMANO sembrano essere di peso alla loro vita... NOTEVOLE... COMPLIMENTI»
Splendido Leotta Michele (16/02/2012) Modifica questo commento

«mi ha fatto pensare alla canzone di modugno- il vecchietto dove lo metto- il fatto è che molti che oggi si comportano così coi genitori saranno a loro volta vecchi e certamente avranno la stessa sorte che hanno riservato ai genitori, complimenti, notevole poesia»
Citarei Loretta Margherita (16/02/2012) Modifica questo commento

«Questo argomento mi tocca nel profondo avendo vissuto anni di dolore e atroce sofferenza accanto a mia madre... fino all'ultimo. Ho assistito a scene di cinismo ed egoismo da parte di figli proiettati verso l'assoluto edonismo. L'amore ci dovrebbe guidare verso chi ci ha donato la vita, verso quei genitori che non sono perfetti come non lo siamo noi.»
Anna Maria Obadon (16/02/2012) Modifica questo commento

«Una poesia che appartiene a tutti. In questa fase di vita sono adesso i figli a dover ricambiare l’Amore incondizionato ed eterno dei genitori. Noi come genitori e figli loro siamo l’esempio dei nostri figli, la terza età arriva per tutti, abbiamo tutti il dovere di seminare il rispetto verso quelle persone che ci danno onore per tutta la vita e che sentiamo al nostro fianco anche dopo la loro morte. Fortunatamente conosco abbastanza persone che non hanno abbandonato i loro genitori nonostante gravi malattie, combattono giornalmente con le lacrime agli occhi e il sorriso sul viso. Una bellissima dedica in poesia a tutte le persone che non hanno questa fortuna e un appello ai loro figli che hanno dimenticato per egoismo i veri valori...»
Stella Corrado (16/02/2012) Modifica questo commento

«Versi che sprizzano umanità e sensibilità...A volte non riesco a capire come si possano abbandonare in un ospizio persone che ci hanno dato la vita, l'amore, il loro tempo... che non si sono risparmiati che hanno aiutato a crescere anche i nipotini e poi quando diventano ammalati e stanchi vengono buttati via come qualcosa che non serve e si manda al macero... Versi questi che commuovono per la profonda verità e per ciò che si riscontra nella vita odierna...»
Club ScrivereSara Acireale (16/02/2012) Modifica questo commento

«Poesia di una sensibilità grandiosa e unica, un monito anche per chi senza cuore corre dietro materialismi freddi e vuoti . Questa è la società moderna nel quale si considera solo l'avere il possesso e l'amore viene accantonato così povero così astratto così poco fruttuoso siamo in un baratro e ci spingiamo sempre più dentro e perdiamo la luce avvolgendoci di miserie umane ... Io fuggo da Babilonia.»
PULSE Morganti Paolo (16/02/2012) Modifica questo commento

«Lirica che tocca sentimenti insiti nell'anima, L'amore tra genitori e figli non dovrebbe mai venir meno nella fattispece dei figli che dovrebbero coltivare fino all'ultimo il loro amore, onorarli ed amarli come i genitori hanno dato loro affetto per tutta la loro vita. Commoventi versi che toccano le corde del cuore per l'argomento trattato. Apprezzatissima!»
Grazia Denaro (16/02/2012) Modifica questo commento

«Condivido le tue parole, ho perso mia madre da poco e se non avessi fatto per lei tutto il possibile ora non mi perdonerei... l'argomento è scabroso, i rapporti con i genitori spesso sono conflittuali, ma alla fine è la propria coscienza che regola il comportamento da tenere.»
Fiammetta Campione (16/02/2012) Modifica questo commento

«Condivido in pieno questa tua poesia sull'onore e rispetto per i figli, per i genitori, anche anziani, che tanto danno per i figli in una vita spesso di sacrifici e rinunce. Quante volte, di rimando, ci sono figli che abbandonano i genitori e non hanno né interesse, né amore per loro. Notevole il modo come hai trattato questo delicato argomento, il sentimento che vi hai profuso e perfetta e vera la chiusa. Complimenti!»
Club ScrivereEla Gentile (16/02/2012) Modifica questo commento

«L'Autore, con la sua grande sensibilità, ci pone di fronte ad una profonda riflessione. Quello che gli anziani sono oggi, noi lo saremo domani. E non solo, le nostre azioni saranno un esempio per i nostri figli. Complimenti di vero cuore.»
Lucilla Radovini (16/02/2012) Modifica questo commento

«Straordinario omaggio alla bontà disinteressata dei genitori che per amore accettano ogni cosa, perfino di essere dimenticati o maltrattati dai propri figli... grandissima poesia su un tema delicato e dolorosamente attuale. Notevole intreccio di anima e stile, complimenti di cuore.»
Donatella Pezzino (16/02/2012) Modifica questo commento

«questi toccanti versi danno voce a quello che tutti i giorni vivo, lavorando in una casa di riposo per anziani... quegli occhi lucidi puntati all'entrata, quel controllare e ricontrollare il telefono in camera, nell'attesa di un "miracolo"...e nonostante l'amore, affetto e la dedizione con cui ogni giorno ci prendiamo cura di loro, l'assenza dei loro figli resterà un immenso vuoto da colmare... COMPLIMENTI, poesia stupenda anche se da noi non sono "rinchiusi in una fredda stanza"...))»
Club Scrivereangela fiore (16/02/2012) Modifica questo commento

«Una lirica stupenda in versi che trovo magnifici... si evolve l'Autore in senso positivo e dimostra di essere in continua crescita. Una lirica che è nelle mie corde e che infioccheto perché merita!»
Club ScrivereDuilio Martino (16/02/2012) Modifica questo commento

«Una lirica che affronta un amara realtà. Quanti figli riescono a dimenticare sia l'amore che il rispetto che si deve a chi ci ha donato la vita! Forse è la vita troppo frenetica, forse sono valori persi per strada. Ma a volte è anche la pesantezza di accudire malattie impossibili da gestire in serenità! Pensiamo solo ai malati di alzheimer, e allo scarso aiuto delle istituzioni!
Intensi versi, molto apprezzata!»
rosanna gazzaniga (16/02/2012) Modifica questo commento

«non esiste il rispetto ne l'onore quando si stracciano i cuori, quando in nome dei figli si ricatta e si prevarica l'altro uccidendolo con il suo stesso amore, scusami per questo mio commento amaro ma tu oggi hai toccato un tema a me molto caro, essere ricattate per il frutto del nostro grembo... che il Dio abbia pietà di noi.»
Bruna Lanza (17/02/2012) Modifica questo commento

«Una poesia i cui versi raccontano con dolce miele l'indifferenza di coloro che lasciano il bene vero alla deriva...»
Club ScrivereGrazia Bianco (17/02/2012) Modifica questo commento

«Credo che la nostra sia la società dell'egoismo, non riusciamo a fare sacrifici e per stare accanto a dei genitori anziani occorre qualche sacrificio, inevitabilmente, inoltre abbiamo perso il senso reale della famiglia. Dai genitori si prende tanto ma poi si restituisce poco o nulla.
Poesia che riflette su un'amara realtà, molto apprezzata.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (17/02/2012) Modifica questo commento

«Inchino .Molto sentita condivisa e apprezzata. Una poesia che ben vale cosí tante letture! Un autore giovane ma con una sensibilitá eccelsa!»
Nadia Mazzocco (17/02/2012) Modifica questo commento

«Lirica stupenda, l'egoismo dei figli da una parte e dall'altra la speranza dell'attesa di un gesto d'affetto in virtù di quanto dato a loro. la rassegnazione incombe, ma nel silenzio di non chiedere pur amando.»
Salvatore Testa (17/02/2012) Modifica questo commento

«Non ho parole a descrivere la tua speciale sensibilità che dall'animo si strappa e su queste righe sfoga il suo tormento interiore di umile e umana essenza, pura ed innocente, di una realtà (spesso) dolorosa nel contesto di( onore e rispetto) verso... le persone importanti della vita. Scopro ogni volta leggendo le tue opere il tuo animo ricco di emozioni che sai donare in ogni tuo verso. Grazie e complimenti di cuore.»
elena leica (17/02/2012) Modifica questo commento

«Profonda riflessione velata di amarezza evidenzia le molte forme di egoismo e le difficoltà di relazione tra figli e genitori anziani nella società contemporanea.
Il poeta si chiede con quale coraggio si possano abbandonare in fredde stanze di case di riposo le persone che ci hanno dato la vita amandoci al di sopra di ogni altro affetto .
Occorre superare i falsi miti di libertà e riappropriarsi di quei valori quali l’onore ed il rispetto che hanno caratterizzato le relazioni familiari in molte delle società del tempo passato.»
Luisa Pira (17/02/2012) Modifica questo commento

«Si è già detto tutto... Il rapporto che si crea tra genitori e figli è quasi una formula magica che è soggetta a tutte le influenze esterne. Quando si costruisce la famiglia lo si fa come costruendo una piccola arca per poter affontare il mondo sempre insieme e con tutto l'occorrente per sopravvivere e abbastanza solida per affontare le tempeste. Poi i figli vogliono scendere dall'arca, subito... prima possibile, a volte con odio apparente, a volte solo per crescere... poi c'è chi ritorna, chi anche se lontano è come non fosse sceso mai... e chi andando via neanche si domanda che fine abbia fatto l'arca... Quest'ultimi mi fanno paura... perché mentre si costruiva... allora loro non c'erano?...e mi chiedo e tutta loro la colpa di un abbandono?»
Elle (18/02/2012) Modifica questo commento

«E' una calata di versi senza confine nell'intrigante universo dell'amore, che ancora più irrazionale diventa nel rapporto tra genitori e figli. L'amore genitoriale è fatto di comprensioni al limite della sopportazione, fatto di richiami alla condotta morale, fatto di compromessi reciproci, spesso violati, ma fra tutte le avversità possibili e immaginabili di una famiglia dovrebbe prevalere soprattutto l'onore e il rispetto dei ruoli, inscindibile binomio che fluisce nelle vene di uno stesso sangue. Una simbiosi relazionale, madre, figlio e padre, come unica radice di un fusto, sta per crollare in un mondo tecnologico teso a valorizzare solo uno sfrenato feticismo culturale, ben lontano dai valori morali di una famiglia. Poesia stupenda!»
Giovanni Chianese (18/02/2012) Modifica questo commento

«Spesso si perde l'ordine di misura, di quanto siamo mortali e, quanto è breve il nostro passaggio. Stupendi versi che dovrebbero far riflettere. Piaciuta e sentita molto, complimenti...»
Piccolo Guerriero della Luce (18/02/2012) Modifica questo commento

«Versi di grande sensibilità in un poetare dedicato a persone care sul finire della vita, spesso lasciate ingiustamente sole in uno scuro e immeritato buio...
Poesia molto apprezzata»
Club ScrivereSilvia De Angelis (19/02/2012) Modifica questo commento

«abbandonare (nel senso di distaccarsi) i genitori è proprio l'atto che ce li fa riacquistare, assieme a tutti gli altri... altrimenti c'è solo confusione... e confusione mi pare scorgere in un testo che nel "sociale" vuole lasciare un segno... ma c'è dire e dire...»
paolo corinto tiberio (25/02/2012) Modifica questo commento

«Cose simili sembra quasi impossibile che avvengano – verità è che i genitori non faranno mai sentire quanto penano, come se avessero paura di far soffrire i propri pargoli. Non pensano nemmeno lontanamente che invecchieranno anche loro e chissà forse solo allora comprenderanno – ma sarà ormai troppo tardi.»
Club ScrivereBerta Biagini (05/10/2014) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it