3353 visitatori in 24 ore
 321 visitatori online adesso


destionegiorno
Stampa il tuo libro



Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli

Sono nato il 15 giugno 1971 a Saronno in provincia di Varese e dall’età di 13 anni vivo a Caltagirone in provincia di Catania. Sono educatore presso una comunità di minori da ventiquattro anni e amo il mio lavoro. Ho due figli che adoro.
Scrivere mi aiuta a sentirmi meglio quando la tristezza mi ... (continua)


La sua poesia preferita:
Pensier d’oblio
Infinito invisibile

dal tremolio di un sospiro
nasce e si colora
pensier d’oblio

naviga ondeggiando
nel passato...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Cercherò il mio posto
Il cielo piange

nemmeno lui
vuole accarezzare
la mia anima in pena

non vuol perdere tempo
con chi si rassegna.

Ha ragione...
ma oggi la nebbia m’incatena
non riesco ad attraversare i rovi
a difendermi dalle spine che mi straziano

il...  leggi...

L’ Intruso
Abbraccia il mar la collina
distesa verde azzurra
tra cielo terso
e acqua cristallina.

Sull’incantevole paesaggio
lo sguardo mio si posa
s’acquieta
insegue tenero connubio
ma non trova le parole...
-coscienza smembrata non ha voce-

Brandelli...  leggi...

Lingue a sonagli
Lingue velenose
Immergendosi
Negli abissi
Glaciali dell’anima
Urtano l’altrui sentire
Eccedendo nel lessico

Variopinte offese
Elegantemente mascherate
Lusingano con celata falsità
Estendendosi
Nei meandri malefici della mente
Ostruendo il...  leggi...

Il mio dolore
Lacrime insistenti mi schiaffeggiano
incolpevoli e silenti chiedon spazio
non indietreggiano
non possono
son figlie del mio sentire
del mio perenne disagio

emozioni e sofferenze
che mai nessuno potrà capire
le mie debolezze
il dolore che ha...  leggi...

Inciampa il verso
Inciampa il verso
libero e vellutato

senza compromessi
vibra e volteggia

senza sospirar
il destino accetta
lo colora ed inventa

involucro chiuso
non rispetta la regola

arieggia lacrimando
solfeggia traballando
nella strofa si...  leggi...

Rido, piango e vivo
Rido
piango e vivo
senza ragione
senza apparente motivo...

sospiri innati
ricamano tormenti

incanti improvvisi
solfeggiano gli istanti

lacrime non volute
sorrisi accennati
scorrono inesorabili

inondano il giorno che nasce
si confondono...  leggi...

Il mio canto stonato
Silenzio intorno

tutto tace

nessun clamore
nessun conforto

incido pianti
verseggio il dolore
versi semplici
figli del mio cuore...

rima baciata
nell'assonanza trova ristoro

plumbeo sospiro ricamato
cerca...  leggi...

Ho fallito
Testa china
ennesimo risalire lungo la via...

strada soffocante e stretta
tra deviazioni improvvise
che non lasciano scelta

bocca asciutta e lacrime in tasca
pianti da nascondere
sorrisi pronti all’uso

maschere usa e getta
sentenze...  leggi...

Anima al guinzaglio
In silenzio tremo
intingendo sospiri
nel frastuono del giorno

recitando la parte...  leggi...

Giacomo Scimonelli

Giacomo Scimonelli
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Pensier d’oblio (15/05/2012)

La prima poesia pubblicata:
 
Anima sola (19/01/2011)

L'ultima poesia pubblicata:
 
La vita ti appartiene (01/01/2021)

Giacomo Scimonelli vi consiglia:
 Indossa le mie mani (02/02/2018)
 È lu destinu ca cumanna (20/04/2018)
 Cercherò il mio posto (11/04/2018)
 Il mio dolore (04/01/2013)
 Patri miu, unni sì (21/05/2019)

La poesia più letta:
 
Piacere reciproco (27/04/2012, 16307 letture)

Giacomo Scimonelli ha 10 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Giacomo Scimonelli!

Leggi i segnalibri pubblici di Giacomo Scimonelli

Leggi i 11984 commenti di Giacomo Scimonelli

Le raccolte di poesie di Giacomo Scimonelli


Autore del giorno
 il giorno 20/01/2020
 il giorno 20/01/2020
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 12/03/2018 al 18/03/2018.
 settimana dal 20/03/2017 al 26/03/2017.
 settimana dal 16/05/2016 al 22/05/2016.
 settimana dal 08/06/2015 al 14/06/2015.
 settimana dal 26/11/2012 al 02/12/2012.
 settimana dal 18/06/2012 al 24/06/2012.
 settimana dal 23/01/2012 al 29/01/2012.

Autore del mese
 il mese 01/09/2016

Giacomo Scimonelli
ti consiglia questi autori:
 Anna Rossi
 Sara Acireale
 Antonio Biancolillo
 Ela Gentile
 Silvia De Angelis

Seguici su:



Cerca la poesia:



Giacomo Scimonelli in rete:
Invia un messaggio privato a Giacomo Scimonelli.


Giacomo Scimonelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Piccole anime

"Piccole anime" raccoglie 10 racconti di Matilde Serao, di impronta verista, sulle vite di bambini napoletani (leggi...)
€ 0,99


Giacomo Scimonelli

A strata jè signata (La strada è segnata)

Dialettali
Scavannu a funnu
m’arritrovu intra na rutta
sarbaggiu jè lu scuru
e vaiu avanti
cu la spiranza ca s’ammuccia.

Vulissi attruvari nu purtusu
ri unna fari trasiri aria e luci

strittu e longu nun cunta
basta ca riali cosi duci

sugnu stufu e mi siddia
disii troppu ranni nun fannu pì mia.

I peri hanna ristari chiantati ‘nterra
vulari cu la menti nun servi

si lu distinu cumanna
s’ascutari sulu a so vuci
paroli ri oggi e paroli ra ieri
picchì a strata jè signata
e nenti a po’ canciari...

tuttu jè scrittu
comu sti paroli a lu ventu iettàti.

E tu, nun u scurdari mai, surrisi e chianti
l’ha sapiri ammaistrari...


" La strada è segnata "

Scavando a fondo
mi ritrovo dentro una grotta
selvaggio è il buio
e vado avanti
con la speranza che si nasconde.

Vorrei trovare un buco
da dove fare entrare aria e luce

stretto e lungo non ha importanza
basta che regali cose dolci

sono stanco e non ho voglia
desideri troppo grandi non fanno per me.

I piedi devono restare piantati a terra
volare con la mente non serve

se il destino comanda
si deve ascoltare solo la sua voce
parole di oggi e parole di ieri
perché la strada è segnata
e niente la può cambiare...

tutto è scritto
come queste parole al vento gettate.

E tu, non dimenticarlo mai, sorrisi e pianti
li devi sapere ammaestrare...


Club Scrivere Giacomo Scimonelli 14/07/2020 10:39| 10| 422


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Rosita Bottigliero - Sara Acireale - Francesco Rossi - Marinella Fois - Gerardo Cianfarani - carla composto
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Una carezza poetica che si raccoglie nei versi ... un percorrere i sogni attraverso percorsi.
complimenti»
Club ScrivereRosita Bottigliero (14/07/2020) Modifica questo commento

«La strada è segnata... non c’è niente da fare e il destino è capriccioso, non si può manovrare.
A una prima lettura i versi sembrano fatalisti, è come un volere lasciare tutto nelle mani del destino avverso e ineluttabile. Rileggendo la lirica ci si accorge che non è così e che il Poeta vorrebbe fare qualcosa per cambiare il cammino ma trova sempre ostacoli. Gli ultimi due versi però danno adito a un po’ di speranza.
"Sorrisi e pianti li devi sapere ammaestrare".
Una lirica molto bella che stringe il cuore ma regala anche emozioni e un po’ di luce.»
Club ScrivereSara Acireale (14/07/2020) Modifica questo commento

«L’autore ha tradotto e in vernacolo la poetica ha musicalità, bisogna convivere con il sorriso e il pianto ammaestrare è complicato per me, occorre qualità e tanta.»
Club ScrivereFrancesco Rossi (14/07/2020) Modifica questo commento

«Il destino di un individuo è già segnato ancor prima di nascere e non ci si può sottrarre o evitare che si compia ma, forse, qualcosa della nostra vita possiamo decidere, o meglio, cercare di impegnarsi per evitare di cadere in brutte situazioni. Cerco di spiegarmi meglio: se so che una meta per me sarebbe irraggiungibile, allora perché ostinarmi a intraprendere quella determinata strada? Sarebbe meglio per me vagliare un altro bivio che può portarmi a scoprire nuovi orizzonti e nuove mete. Una poesia che ho trovato un po’ difficile da interpretare, che lascia appena intravedere e molto da indovinare ma che ho molto apprezzato nella chiusa, nel dialetto e nella traduzione.»
Club ScrivereVivì (14/07/2020) Modifica questo commento

«Anche se il fato, in un certo senso, traccia il nostro percorso,
sta a noi saperlo interpretare al meglio, cercando di trovare
il giusto equilibrio in ogni situazione e senza abbatterci nelle
difficoltà...
Versi apprezzati»
Club ScrivereSilvia De Angelis (14/07/2020) Modifica questo commento

«versi in vernacolo che hanno sapore d’amaro,
le ultime strofe sembrano incoraggiare a sorridere,
ma a chi? forse a se stesso?»
Club ScrivereMarinella Fois (14/07/2020) Modifica questo commento

«Tutto è determinato da forze sulle quali non abbiamo alcun controllo. Il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Non resta altro che entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia. Lirica molto apprezzata e pienamente condivisa.»
Club ScrivereGiuseppe Mauro Maschiella (15/07/2020) Modifica questo commento

«Ammaestrare sorrisi e pianti... una frase che è una piccola breve ed esplica in senso di questa bella poesia, che non è rassegnazione ma un inno al discernimento.»
Club Scrivererosanna gazzaniga (16/07/2020) Modifica questo commento

«Esprimo un giudizio che dissente dal quel concetto di preconfezionamento della nostra esistenza, pur apprezzandone i versi che fanno di questa poesia un sentimento di guida, ma in una soluzione senza scampo, come in una strada a senso unico, senza laterali aperte, dove la nostra volontà ed il nostro istinto si rassegnano a percorrere la via senza il desiderio di scampo. Si evince dai versi quanto sia sentita dal poeta, pienamente espressivo e coinvolgente in ogni suo testo.»
Club ScrivereAlessandro Sermenghi (16/07/2020) Modifica questo commento

«un meraviglioso vernacolo che
esalta la lirica profonda propria
del bravo e valente poeta versi
che lasciano il segno e che ci
portano a profonda riflessione»
Club Scriverecarla composto (18/07/2020) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley molto bella (Rosita Bottigliero)

smiley È veramente bella, complimentissimi Giacomo. (Sara Acireale)

smiley E’ sempre un piacere leggerti. e un like (Vivì)

smiley Bellissimo vernacolo, molto apprezzato (Silvia De Angelis)

smiley Adoro i tuoi versi in vernacolo anche se non (Marinella Fois)

smiley capisco tutto. Un caro abbraccio Giacomo! (Marinella Fois)

smiley Complimenti, un caro saluto (Giuseppe Mauro Maschiella)

smiley Bei versi dialettali 👍 (Alessandro Sermenghi)

smiley bella giacomo sempre complimenti SL (carla composto)


Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it